Home Storie dei Bresciaraduni 24° Bresciaraduno: vento gelido e pioggia ... di galassie
24° Bresciaraduno: vento gelido e pioggia ... di galassie PDF Stampa E-mail
Scritto da Massimo Alessandria   
Domenica 22 Marzo 2009 16:18

Abbiamo festeggiato i due anni del Bresciaraduno nel migliore dei modi.

Sono partito da casa alle 18 circa, con un cielo che per tutto il giorno aveva urlato la voglia di essere squarciato con i telescopi. Arrivato al Plan eravamo già a tramonto inoltrato, ma per avere buio utile alle osservazioni dovevamo aspettare le 20.30 circa. Erano già presenti e "montati" Carlo e Luigi. Più tardi arriveranno anche Marco Marbiz, Alessandroa Cof Cof, Giovanni Giuary (col fratello) e Alessandro Overlap. La serata era fredda: la temperatura è scesa nel corso della notte dai -5°C iniziali, fino ai -7°C dell'una. Il cielo era sereno e trasparente, non abbiamo ripetuto il bel buio del mese scorso, possibile solo quando la valle è coperta di nebbia. Le letture SQM passeranno dai 20.80 ai 20.90 per tutta la nottata. Unica nota fastidiosa è stata il vento, che a tratti ha fatto rifugiare in auto alcuni di noi.

Ottima la solita torta di mamma Flavia, utilissimo il caffè caldo che ho distribuito con piacere.

Gli ultimi a lasciare il campo siamo stati io e Luigi, intorno alle 01 ... effettivamente il freddo non permetteva di osservare con comodità, e quindi ci siamo stancati più in fretta del solito.

Ma cosa ho osservato? Nell'ordine, le cose più significative:

  • M51. Ottima visione nel mio 9" e rotti. Ho notato con chiarezza le spirali, e devo dire che il pollice in più rispetto al mio precedente SC Meade si fa sentire. Con 8" le spirali le ho visto solo sotto cieli superiori a SQM 21,20. Con 9" già sono ben percepibili a 20,80, come stasera. Nei 20" di Luigi (paragone che ormai faccio con piacere da molte serate osservative) le spirali si accendono. Qui la visione migliore l'ho apprezzata con lo zoom Baader a 8mm, che si conferma, a mio parere, un oculare molto luminoso e contrastato. Il correttore di Coma che Luigi ha messo sul Maser ha prestazioni eccezionali, non credevo: stelle puntiformi su tutto il campo di un tirato f4.5.
  • M101: intuibili le spirali, ma solo se sai che ci sono e ti fidi. Il mese prossimo (da Bazena) sarà più alta e cercherò di osservarla meglio
  • M63: osservata velocemente, nessuna nota di rilievo. Si nota chiaramente che è una spirale inclinata, ma non ho percepito con chiarezza dettagli
  • M3: un globulare splendido, che non ha nulla da invidiare a M13 (che osserverò più tardi)
  • NGC5466: un globulare vicino a M3, che però è molto flebile. Nei miei 9" ho notato una macchiiolina granulosa abbastanza ampia
  • NGC5907: quella che io chiamo "La Sottile". Una galassia sottilissima, tra le mie preferite insieme a NGC 891, che tornerò a osservare tra qualche mese.
  • Vergine e Chioma: chissà cos'avro osservatro in queste costellazioni? Inizialmente mi sono goduto la Markarian anche con Luigi e Alessandro. Nei miei 9" ho contato 6 forse 7 galassie. Nel Maser le mie 7 si accendevano e ne comparivano altre 2 (se non ricordo male). Inutile cercare dettagli in queste ellittiche. Poi mi sono separato dagli altri e mi sono goduto quasi in solitaria il mio giro in senso orario che mi ero preparato in questa zone. M87 e dintorni, M89 e dintorni, M90 e dintorni, M91, M88, NGC4477 e dintorni, NGC4459 e dintorni, M100, M99, M98, NGC4216 e dintorni. Chiudo con la sombrero, e torno insieme agli altri
  • Intanto gli altri sentivo che si godevano il Leone, cosa che questa volta ho dovuto sacrificare ... ma c'è tempo ancora per 2 mesi almeno.
  • M13: puntata sul tardi, ma è ancora troppo bassa per essere apprezzata.

Poi, intorno a mezzanotte, il seeing è terribilmente peggiorato, non permettendo nemmeno una seria messa a fuoco.

Mezzi ibernati, abbiamo così cominciato a smontare.

 

E' stata una bellissima serata, che ha visto il GADS sul campo di battaglia al gran completo. Mancava solo Adri, che ci è certamente mancato.

 

Ultimo aggiornamento Mercoledì 12 Agosto 2009 11:45