Home Storie dei Bresciaraduni 25° Bresciaraduno: il ritorno a Bazena
25° Bresciaraduno: il ritorno a Bazena PDF Stampa E-mail
Scritto da Massimo Alessandria   
Domenica 26 Aprile 2009 14:26

Il ritorno a Bazena è stato molto entusiasmante: il posto è un po' diventato "la mia casa" di osservazione, il posto in cui spero di potermi recare sempre per godermi la mia passione. E non esserci riuscito ad andare da Novembre in poi è stato pesante da sopportare.

La strada per il rifugio è stata riaperta solo 2 settimane fà, e non ci siamo di certi lasciati scappare l'occasione.

Appena arrivato sono corso a controllare i sensori della centralina meteo, che, sostituite le pile, si sono mostrati in perfetta efficienza.

Hanno quindi restitito a temperature sotto i -20°C e sommersi sotto almeno un metro di neve (ci hanno detto che la neve, lì vicino a Bazena, ha raggiunto in alcuni punti i 4 metri).

Ceniamo con piatti tipici della zona (pizzoccheri, capriolo in umido con polenta, arrosto, strudel, ecc) il tutto con un bel litro di vinello sincero.

Adri entra nella camera dove avremmo dormito, e decide incautamente (poi vi spiego perchè) di posizionare la stufetta sul "5". 

Usciamo a montare, mentre il cielo si era abbastanza aperto come da previsioni, quidni, come da previsioni, attendavamo anche le nubi che torneranno poi intorno alle 23.30. 

Delle osservazioni parlerà qualcun altro, perchè io ho guardato quasi solo Saturno (eccezionale nel mio nuovo TMB Supermonocentrico da 8mm). Ho percepito gli "occhietti" della nebulosa Gufo e rivisto l'esplosione di stelle di M13. Ho sentito molto la mancanza del mio telescopio, che tornerà in perfetta efficienza la settimana prossima.

Dopo l'arrivo delle nubi abbiamo (hanno) smontato, mentre io mi godevo un birra fresca in compagnia di Marco e del gestore del rifugio, che intanto ci ha raccontato un po' dei suoi aneddoti.

Entriamo in camera, che grazie ad Adri aveva raggiunto una temperatura insopportabile, tanto da far rimpiangere il fredo umido del campo di osservazione.

Stamattina, al nostro risveglio, nevicava ... e siamo tornati a casa.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 12 Agosto 2009 11:46